Due protagonisti di quel 1884

Andrew Don Wauchope
-Nato il 29 aprile 1861 e deceduto il 16 gennaio 1948.
-Mediano d’apertura dei Fettesian-Lorettonians e della Cambridge University.
-Disputò 12 test con la casacca scozzese, vincendone 8 e segnando 6 mete.
Le dodici partite:
1881 Inghilterra
1882 Inghilterra
1883 Galles (1 meta)
1884 Galles, Irlanda (1 meta), Inghilterra
1885 Galles, Irlanda (1 meta)
1886 Galles (1 meta), Irlanda (2 mete), Inghilterra
1888 Irlanda

Don Wauchope venne considerato dai giornalisti del tempo il primo mediano d’apertura di ruolo, dotato di grande talento e buona visione del gioco. Uno dei primi interpreti di questo topico ruolo, pertanto, che divenne in seguito grande prerogativa delle quattro Home Unions e della Francia.

Henry Twynam
-Nato nel 1852 e deceduto a Kensington (Inghilterra) il 19 maggio 1899.
-Mediano di mischia del Richmond.
-Disputò 8 test con la casacca inglese, vincendone 7 e realizzando 4 mete.
Gli otto test:
1879 Irlanda (1 meta)
1880 Irlanda
1881 Galles (1 meta)
1882 Irlanda
1883 Irlanda (1 meta)
1884 Galles (1 meta), Irlanda, Scozia

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento

1884: l’Inghilterra raddoppia

La seconda stagione di International Championship vide la disputa di tutte e sei le partite in programma essendosi finalmente incontrate anche Galles e Irlanda. Lo strapotere inglese venne confermato al Rectory Field di Blackheath quando i locali riuscirono a sconfiggere la Scozia nel match decisivo per l’assegnazione della Tripla Corona. Tuttavia la meta inglese venne a lungo discussa e dibattuta prima che l’arbitro irlandse Scriven la concedesse. Questa lunga discussione fu, in pratica, il preambolo alla nascita dell’International Board fondato per l’appunto col precipuo scopo di fissare in maniera inequivocabile le Laws of the Game.

5 gennaio 1884
Cardigan Fields, Leeds
Inghilterra (1 goal, 2 mete)
Mete: Rotherham, Twynam, Wade
Trasformazione: Bolton
Galles (1 goal)
Meta: Allen
Trasformazione: Lewis
Arbitro: Gardner (Scozia)

12 gennaio 1884
Rodney Parade, Newport
Galles (nessuna segnatura)
Scozia (1 meta, 1 drop)
Meta: Ainslie
Drop: Grant-Asher
Arbitro: MacLaren (Inghilterra)

4 febbraio 1884
Lansdowne Road, Dublino
Irlanda (nessuna segnatura)
Inghilterra (1 goal)
Meta: Bolton
Trasformazione: Sample
Arbitro: Laing (Scozia)

L’incontro si disputò di lunedì.

16 febbraio 1884
Raeburn Place, Edimburgo
Scozia (2 goal, 2 mete)
Mete: Peterkin, Tod, Don Wauchope, Grant-Asher
Trasformazioni: Berry 2
Irlanda (1 meta)
Meta: MacIntosh
Arbitro: Rowland Hill (Inghilterra)

1 marzo 1884
Rectory Field, Blackheath
Inghilterra (1 goal)
Meta: Kindersley
Trasformazione: Bolton
Scozia (1 meta)
Meta: Jamieson
Arbitro: Scriven (Irlanda)

12 aprile 1884
Cardiff Arm’s Park
Galles (2 mete, 1 drop)
Mete: Norton, Clapp
Drop: Stadden
Irlanda (nessuna segnatura)
Arbitro: Rowland Hill (Inghilterra)

Classifica     G   V   N   P    MF  MS
Inghilterra      3    3    0   0        5      2
Scozia              3    2    0   1         6      2
Galles              3    1    0    2        3      4
Irlanda            3    0   0    3        1       7

Marcatori mete
Nessuno con due mete segnate…

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento

Quattro protagonisti di quel 1883

Gregory Wade
-Nato a Singleton (Nuovo Galles del Sud, Australia) il 26 gennaio 1863 e deceduto a Sydney (Australia) il 26 settembre 1923.
-Trequarti-ala della Oxford University e del Richmond.
-Disputò 8 test con la casacca inglese ottenendo altrettante vittorie e segnando 7 mete di cui ben 6 rifilate nei quattro test che giocò contro il Galles.
Le otto gare:
1882 Galles (3 mete)
1883 Irlanda (1 meta), Scozia
1884 Galles (1 meta), Scozia
1885 Galles (1 meta)
1886 Galles (1 meta), Irlanda

Wilfrid Bolton
-Nato in Irlanda il 14 settembre 1862 e deceduto a Contrexeville Vosges (Francia) il 12 agosto 1930.
-Trequarti-ala del Blackheath e del Gosport.
-Partecipò alla Guerra Anglo-Boera (1899-1902) dove venne ferito in tre distinte occasioni.
-Disputò 11 test con la casacca inglese segnando 6 mete e 2 trasformazioni.
Le undici gare:
1882 Irlanda (1 meta), Scozia, Galles (1 meta)
1883 Irlanda (1 meta), Scozia (1 meta)
1884 Galles (1 trasformazione), Irlanda (1 meta), Scozia (1 trasformazione)
1885 Irlanda (1 meta)
1887 Irlanda, Scozia

David McFarlan
-Nato l’1 marzo 1862 e deceduto a Pyford Heath (Surrey, Inghilterra) il 2 gennaio 1940.
-Trequarti del London Scottish.
-Disputò 8 test con la casacca scozzese segnando 4 mete e 3 trasformazioni.
Le otto gare:
1883 Galles (2 mete)
1884 Galles, Irlanda, Inghilterra
1886 Galles, Irlanda (1 meta, 3 trasformazioni)
1887 Irlanda
1888 Irlanda (1 meta)

Charles Reid
-Nato il 14 gennaio 1864 e deceduto a Londra il 25 ottobre 1909.
-Avanti dell’Edinburgh Academicals.
-Disputò 20 test con la casacca scozzese segnando 4 mete, e non mancò mai alla sfida contro l’Irlanda.
Le venti gare:
1881 Irlanda, Inghilterra
1882 Irlanda, Inghilterra
1883 Galles, Irlanda (1 meta), Inghilterra (1 meta)
1884 Galles, Irlanda, Inghilterra
1885 Galles, Irlanda (1 meta)
1886 Galles, Irlanda, Inghilterra
1887 Irlanda, Galles (1 meta), Inghilterra
1888 Galles, Irlanda

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento

1883: si incomincia

Questa stagione viene comunemente accettata come la prima ufficiale di questo torneo per la ragione che sia Inghilterra che Scozia riuscirono ad incontrare tutte le altre tre avversarie laddove invece Irlanda e Galles non disputarono il loro scontro diretto.

Una regola non scritta stabilì che chi avesse vinto la sfida tra inglesi e scozzesi sarebbe stato il campione della manifestazione indipendentemente dai risultati delle altre due avversarie: così andava il mondo verso fine XIX secolo.

Già erano in atto le prime sperimentazioni delle formazioni: la Scozia introdusse tre trequarti già dal 1881 mentre gli inglesi lo fecero solo nel match d’esordio di questo torneo tenutosi a dicembre del 1882.  I gallesi utilizzarono solamente otto avanti, rispetto ai nove degli inglesi, e decisero di avvalersi di un solo estremo invece dei due comunemente schierati dagli avversari.

16 dicembre 1882
St. Helen’s, Swansea
Galles (nessuna segnatura)
Inghilterra (2 goal e 4 mete)
Mete: Wade 3, Bolton, Henderson, Thomson
Trasformazioni: Evanson 2
Arbitro: Herbert (Galles)

Gregory Wade, trequarti dell’Università di Oxford, segnò ben tre mete di cui due trasformate dal compagno di club, Arthur Evanson.

8 gennaio 1883
Raeburn Place, Edimburgo
Scozia (3 goal)
Mete: McFarlan 2, Don Wauchope
Trasformazioni: Maclagan 3
Galles (1 goal)

Meta: Judson
Trasformazione: Lewis
Arbitro: Rowland Hill (Inghilterra)

L’incontro si disputò di lunedì.
Il trequarti David McFarlan dei London Scottish realizzò due mete mentre tre furono le trasformazioni ad opera del suo compagno di club, Bill Maclagan, in seguito capitano delle British Isles nel tour del 1891 in Sud Africa.

5 febbraio 1883
Whalley Range, Manchester
Inghilterra (1 goal e 3 mete)
Mete: Bolton, Tatham, Twynam, Wade
Trasformazione: Evanson
Irlanda (1 meta)
Meta: Forrest
Arbitro: Pattison (Scozia)

L’Irlanda disputò la maggior parte della partita con un giocatore in meno in quanto Hughes, avanti del già leggendario club North of Ireland FC, non recuperò in tempo i problemi di mal di mare patiti il giorno prima durante la proibitiva attraversata in nave del Mare d’Irlanda. Di nuovo Gregory Wade, e il suo compagno all’ala “Baby” Bolton del Blackheath, risultarono decisivi per la vittoria dei padroni di casa.

17 febbraio 1883
Ormeau Field, Belfast
Irlanda (nessuna segnatura)
Scozia (1 goal e 1 meta)
Mete: Reid, Somerville
Trasformazione: Maclagan
Arbitro: Kelly (Irlanda)

La partita si svolse su un terreno pesante e acquitrinoso rendendo così molto difficile il gioco delle due compagini. Gli irlandesi, inferiori nel gioco, si trovarono in un certo momento in soli dieci uomini ma seppero reggere bene alle folate offensive degli scozzesi.

3 marzo 1883
Raeburn Place, Edimburgo
Scozia (1 meta)
Meta: Reid
Inghilterra (2 mete)

Mete: Rotherham, Bolton
Arbitro: Kelly (Irlanda)

Wilfred “Baby” Bolton segnò nuovamente una meta per gli inglesi, quanto risultò pertanto decisivo per aggiudicare agli ospiti la prima storica Tripla Corona per avere sconfitto tutte e tre le avversarie. Per l’Inghilterra si trattò anche del primo storico successo in terra nemica.

Classifica      G   V   N   P   MF MS
Inghilterra       3    3    0   0    12       2
Scozia               3    2    0    1      6       3
Irlanda             2    0    0   2      1       6
Galles               2    0    0   2      1       9

Marcatori mete
4 Wade (Inghilterra)
3 Bolton (Inghilterra)
2 McFarlan (Scozia), Reid (Scozia)
1 Henderson (Inghilterra), Thomson (Inghilterra), Tatham (Inghilterra), Twynam (Inghilterra), Rotherham (Inghilterra), Don Wauchope (Scozia), Somerville (Scozia), Forrest (Irlanda), Judson (Galles)

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento

Edimburgo, 27 marzo 1871

La storia si può scrivere in diversi modi.
Quella dei test internazionali venne messa nero su bianco a Raeburn Place, Edimburgo, il 27 marzo 1871 quando il primo storico match internazionale ebbe luogo.
I due nemici giurati, Scozia e Inghilterra, si affrontarono schierando venti giocatori in campo ciascuno. I padroni di casa si aggiudicarono la sfida segnando un goal e una meta laddove gli ospiti realizzarono solo una meta. Il capitano scozzese era Francis Moncreiff, un avanti degli Edinburgh Academicals, mentre quello inglese era il conosciuto avanti Fred Stokes del Blackheath. La prima meta storica venne realizzata da Angus Buchanan, avanti del Royal High School Former Pupils’ poi anche presidente della Scottish Rugby Union, che toccò l’ovale in meta a seguito di un carrettino che trascinò la mischia biancoblu oltre la linea tanto agognata.

Quattro anni dopo, nel 1875, la nazionale irlandese disputò la sua prima gara internazionale. Gli irlandesi giocarono uniti, senza divisione politica tra Repubblica e Nord. Così come avveniva regolarmente nelle infinite sfide tra i loro club.

Solamente nel 1881 apparve nel panorama internazionale il Galles.

E la Francia? Disputò la sua prima uscita internazionale il giorno di Capodanno del 1906 quando fu travolta sul proprio terreno dagli All Blacks in tournée. E solamente quattro anni dopo, esattamente il 1° gennaio 1910, i Bleus poterono disputare il loro primo incontro ufficiale nell’International Championship che chiamarono semplicemente “Le Tournoi des Cinq Nations”.

Giampaolo Tassinari

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento

Era ancora il diciannovesimo secolo…

Tanto tempo fa, prima della fine del XIX secolo, i quattro paesi delle Isole Britanniche si accordarono per disputare ogni anno incontri di rugby union, naturalmente amichevoli, tra loro. Qualche anno dopo concessero questo grande privilegio anche alla nazionale francese.
Nacque un qualcosa di unico, di irripetibile e di leggendario: l’International Championship.

Giampaolo Tassinari

Pubblicato in Rugby Union | Lascia un commento